NE KATILE’

Immagine

Una compilation con 20 artisti italiani per raccogliere fondi da destinare al progetto Ne Katilé dell’Associazione Artebacco. NE KATILÈ, che in lingua dioula significa “mio sole”, intende rispondere ad una serie complessa di bisogni e problematiche che impediscono lo sviluppo locale in Africa inteso come attività sociali, educative, culturali, economiche e sanitarie ed una migliore fornitura e distribuzione di servizi assistenziali e ricreativi. Il progetto necessita ora di fondi da destinare alla produzione di un Dvd che racconterà l’esperienza di Ne Katilé mostrando la giornata tipo di un bambino, una donna, un adulto ed un anziano di alcuni dei villaggi del Burkina Faso. Lo stesso verrà fatto con altrettante persone in Italia, per mettere a confronto le diverse realtà e riflettere su quanto risultino fittizie ed illusorie le barriere culturali. Dal 10 Dicembre La Noia metterà in download sul suo sito (www.lanoia.it) la compilation “La Noia Collettiva”, contenente il meglio della scena emergente italiana. Con 5 euro sarà possibile scaricare la compilation, il cui ricavato verrà utilizzato per finanziare i costi del Dvd di Ne Katilé. Gli artisti che vogliono far parte della compilation possono mandare i loro brani (mp3 o link soundcloud) alla mail lanoia@email.it entro il 25 novembre 2013. La promozione della compilation è affidata a Kabukista (www.kabukista.it). Per conoscere meglio il progetto Ne Katilé collegatevi alla pagina http://www.artebacco.it, info su http://www.lanoia.it

Lanoia

lanoiaarticoloBW

“Attori, cantanti, musicisti, gente di teatro e musical compresi sono fra le persone più forti e coraggiose sulla faccia della terra. In un solo anno affrontano il rifiuto quotidiano da parte delle persone in misura maggiore di quello che gli altri vivono in un’intera vita. Ogni giorno affrontano la sfida finanziaria di vivere uno stile di vita freelance, la mancanza di rispetto della gente che pensa che dovrebbero trovarsi un lavoro vero, e la loro stessa paura di non lavorare più in futuro. Ogni giorno, devono ignorare la possibilità che la visione a cui hanno dedicato la propria vita sia un sogno irrealizzabile. Con ogni nota espongono sé stessi, emotivamente e fisicamente, rischiando critiche e giudizi. Ogni anno che passa, molti di loro guardano come i loro coetanei raggiungono gli obiettivi di una vita normale – la macchina, la famiglia, la casa, i risparmi. Perché? Perché sono disposti a dare la loro intera vita ad un solo momento, a quella melodia, a quella frase, a quell’accordo o a quell’interpretazione che toccherà l’anima del pubblico. Sono persone che hanno assaporato il succo della vita in quel momento cristallino in cui hanno fatto uscire il loro spirito creativo e hanno toccato il cuore di qualcun altro. In quell’istante erano più vicini alla magia, a Dio e alla perfezione di quanto chiunque altro avrebbe mai potuto. E nei loro cuori, sanno che dedicarsi a quel momento vale più di mille vite intere” (David Ackert, L.A. Times)

LANOIA

L’Armata Brancaleone recensione su Rockerilla

armatabrancaleone

“…Le tracce dell’album sono tutte energiche e puntano l’attenzione su personaggi borderline che, con le loro manie e contraddizioni, cercano di ritagliarsi un ruolo da protagonisti nella società contemporanea. Insomma, Tuttinpiedi è un disco di storie, con un cantato travolgente e un tiro sempre in bilico tra la voglia di far festa e la necessità di mantenere alta l’attenzione dell’ascoltatore. A conti fatti il risultato è interessante e….”

continua a leggere qui

www.larmatabrancaleone.it

Laika Vendetta

lkv pre-teaser 250

I Laika Vendetta hanno terminato le registrazioni del nuovo disco “Elefanti in fuga” in uscita questo Inverno.
L’album, prodotto da Emanuele Fusaroli, sarà composto da 10 tracce, tra cui la title track che vanta la partecipazione al violino del maestro Sokol Prekalori. “Elefanti in fuga” è la metafora di una corsa travolgente e disperata dalle rovine generazionali e si concretizza in un rock alternativo, con influenze emocore aggressive, e da una spiccata attenzione a parole e melodia.

Tornata da una malinconica notte stellata, Laika, la prima martire dello spazio, costretta ad una fine inconsapevole di lancinante solitudine eterna, con una mortale tristezza negli occhi, vittima in nome del progresso della razza uomo, da sempre giudice e giustiziere sui più deboli, si fa carico del lamento dell’inascoltato, con la maledizione della poesia nell’anima e la violenza dell’elettricità  nel sangue. Una vendetta umana, laica, nel corpo di chi ha pagato, con l’oblio, la propria natura di amore incondizionato.

http://www.laikavendetta.it