Ad Aprile tornerà Eusebio Martinelli con il suo nuovo disco “Apolide”

eusebio197

Dopo il brillante esordio con “Gazpacho”, torna con un nuovo entusiasmante disco Eusebio Martinelli, virtuoso trombettista che ha collaborato con Vinicio Capossela, Negramaro, Roy Paci, Modena City Ramblers, Mau Mau, Calexico e tanti altri.
“Apolide”, questo è il titolo del nuovo album, spazia tra atmosfere festose e allo stesso tempo nostalgiche ed è influenzato da sonorità derivanti da diverse parti del mondo pur non appartenendo a nessun luogo in particolare. (uscita Aprile 2014)

Per maggiori info visita il sito di Eusebio Martinelli qui

Alcova: il nuovo video “Damasco” in anteprima su XL Repubblica

Immagine” […] Sono stati definiti «i cannibali dell’alt-rock italiano» Gli Alcova sono una band milanese con una forte matrice punk-new wave salita alla ribalta della scena alternative nel 2010 con l’album d’esordio Muscolo cuore. Il 25 marzo uscirà il loro secondo album, Il Sole Nudo, che avrà come filo conduttore il tema della violenza. Il brano Damasco, ambientato […]”

continua a leggere su XL La Repubblica qui

I Laika Vendetta presentano “Elefanti in fuga”: cambiare direzione cercando dentro se stessi

LKV EIF

I Laika Vendetta tornano con un nuovo album “Elefanti in fuga”, disponibile da oggi.

Registrato a Ferrara da Manuele Fusaroli, uno dei più importanti produttori della discografia indipendente italiana, il nuovo progetto della band teramana promette un notevole cambio di direzione e una ritrovata dimensione artistica. Per trovare il nuovo equilibrio e costituire una solida identità, i Laika Vendetta si sono concentrati per un intero anno sulla realizzazione di questo nuovo lavoro, partecipando solo ad alcuni festival tra cui Maremoto, Oleggio Free Tribe, Sottozero Winter Fest. Elefanti in fuga è una critica ai valori professati dalla società dei consumatori, dove la felicità è stata sostituita dal possesso. È il tornare a costruire partendo da sé, un Sé più profondo che non dipende dalle circostanze esterne, dalla “crisi” chiacchierata e dalle relazioni in stile “take away” per colmare una mancanza. È un’esortazione ai valori più puri dell’umanità che vive oggi tra le macerie ed è per questo invitata a considerare l’attuale situazione storica come un’occasione per maturare una maggiore consapevolezza di sé, lasciando scivolare via il superfluo.

Canzoni come “L’ineluttabile” e “Inverno Estate” sono una riflessione su concetti come l’attaccamento e il divenire, il cambiamento inesorabile del tempo, così “Labile” è uno sguardo sulle esistenze che si lasciano vivere, affascinati dalla tentazione, dalla voglia di emozionarsi senza affrontare la paura del legame. Una generazione scioccata dalla paura di perdere qualcosa o qualcuno che viene raccontata anche in “Samba Generazionale” e “La Sposa di Fango”. Una generazione alla ricerca di un proprio posto nel mondo, in fuga, costretta dallo stato delle cose attuale a lasciare relazioni di valore e esistenze pure, come in “Milano Roma”, ma anche esistenze che sanno amare con intensità degne di una tragedia, in continua discussione con se stessi e con l’altro raccontate intensamente in “Samsara”. II disco è intriso tuttavia di speranza, la speranza di riuscire ad andare oltre i limiti, oltre gli occhi, oltre la superficie per coltivare il profondo, cercare l’autenticità ed elevarsi.

Il sound di Elefanti in fuga è essenziale, diretto e imponente, annunciato dall’incisivo riff di chitarra in apertura che introduce una voce soffiata rotta in grida disperate nel ritornello del primo brano. Nel disco c’è spazio per atmosfere musicali serrate, come in “Samba Generazionale” dagli accenti più hardcore, e per quelle più dolci e ariose, per esempio la stessa title track “Elefanti in fuga” che vanta un importante collaborazione con il maestro Sokol Prekalori al violino. Un largo uso di cori urlati sostiene spesso una melodia cantata da una voce graffiata, screamo come ne La Sposa di Fango, ma che muta rapidamente in registri più onirici e “soffiati” come in Kali allo Specchio o Inverno Estate. La sezione ritmica è serrata e decisa, il basso è sempre crudo e possente e viaggia insieme a chitarre insistenti e taglienti, ma anche armoniose e ricche.

Maggiori informazioni sulla loro pagina Facebook qui

Playlist sabato 1 febbraio 2014 – 668

Laika Vendetta su Symphony of Silence, Radio Onde Furlane!

symphonyofsilencehadrianus

The latest news
Aeon Zen: Self Portrait EP (Time Divide Records)
D-A-D: Dic.Nii.Lan.Daft.Erd. Ark – deluxe edition (AFM Records)
Dangerego: Autopsy (Atomic Stuff Records)
The Providence: The bloody horror picture show (Black Widow Records)
Singles
Awolnation: People (from: Megalithic symphony/Red Bull Records)
Blitz kids: Sometimes (from: The good youth/Red Bull Records)
Magazines
AOR issue #10 (Team Rock Limited)

Playlist
Type O Negative: Summer breeze (from: Bloody kisses/Roadrunner Records)
Demetra Sine Die: Black swan (from: A quiet land of fear/BloodRock Records)
Funhouse: Stand alone (from: Forever true/Apollyon)
Date At Midnight: Crucifying my lies (from: Date at midnight/In The Night Time)
Avant-Garde: Nubi altrove (from: Antitesi/Manic Depression)
Bohemien: Lo spettro della rosa (from: Bohemien/RBL Music)
Psykoxyde: Psycho mistress (from: Automa mind sanatorium/X-Records)
Laika Vendetta: L’ineluttabile (from: Elefantinfuga/Rossocorvo/Kabukista)
D-A-D: We all fall down (from: Dic.Nii.Lan.Daft.Erd. Ark – deluxe edition/AFM Records)
The Providence: The ripper (from: The bloody horror picture show/Black Widow)
Blitz kids:…

View original post 84 altre parole