Eusebio Martinelli recensione su Indie-eye

frontApolide

 “Il secondo album di Eusebio Martinelli e della sua Gipsy Abarth Orkestar è un prodotto discografico abbastanza particolare. Perché oscilla tra momenti intensi, un po’malinconici, e sprazzi di festosità spensierata. Il titolo è quanto mai appropriato. Apolide. Senza legami di origine, senza una direzione precisa, sempre sulla strada. E nel viaggio c’è un po’ di tutto, dai gioiosi intermezzi della tromba di Eusebio Martinelli fino al violino zigano di Mario Sehtl e la voce malinconica della madre Amira Sehtl.[…]“

Fausto Corvino, Indie-eye

Leggi tutta la recensione qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...