Il Corpo Vivo

[ } cantieresimoneweil
presenta
Il Corpo Vivo
seminario teatrale intensivo
condotto da Silvia Zacchini

Il corpo vivo bn

“Bisogna ammettere nell’attore l’esistenza di una sorta di muscolatura affettiva
corrispondente alla localizzazione fisica dei sentimenti” A.Artaud

Il seminario – agendo sui cardini di respirazione, rilassamento, scomposizione fisica, riscaldamento emotivo – affronterà un lavoro rivolto al corpo come strumento espressivo completo e primo luogo di creazione artistica: attraverso un percorso progressivo si esploreranno in maniera approfondita il proprio potenziale corporeo e creativo, la consapevolezza del proprio agire nello spazio, le proprie insite abilità espressive e comunicative e la possibilità di modificare e lasciarsi modificare dalla relazione con gli altri.
Quanto è forte il significato di un gesto davvero organico? Quanto è potente la nostra comunicazione corporea? Se invece che solo parole usassimo anche mani, occhi, corpi vivi, quanto più vero e preciso sarebbe il nostro messaggio? Se riuscissimo a sentire davvero quello che il testo ci chiede di dire e se, con la stessa intensità, riuscissimo a comunicarlo a chi ci sta di fronte, quanto più reale e significativa diverrebbe per noi questa esperienza?

Orari
Sabato 20 Maggio dalle ore 14.30 alle ore 18.30
Domenica 21 Maggio dalle ore 10 alle ore 18 (con pausa pranzo dalle 13 alle 14)

Il seminario è a numero chiuso.

Hotel Stravaganza

[} cantieresimoneweil
presenta

Hotel Stravaganza
(liberamente tratto da “Il Medico Dei Pazzi” di E.Scarpetta)

sconosciuto

Gli attori del laboratorio teatrale del Cantiere Simone Weil, Il Mestiere dell’Attore, condotto da Silvia Zacchini, mettono in scena una commedia ispirata a uno dei testi più significativi della tradizione farsesca italiana: Hotel Stravaganza infatti affronta con ironia, intelligenza e grande divertimento vizi, debolezze e malcostumi nazionali, in cui niente è come appare e in cui tutti cercano, nell’arte di arrangiarsi, una propria ricetta per sopravvivere.
Un giovane spendaccione e nullafacente sperpera senza ritegno le fortune delle zie, che credono di finanziarne gli studi di medicina; la situazione si complica quando le due donne decidono di andare a trovare l’adorato nipote per controllare come stia il loro “investimento”, trovandosi invece coinvolte in un turbinìo di situazioni bizzarre ed esilaranti animate da personaggi eccentrici e molto poco ordinari.

Con: Massimo Bussandri, Cecilia Fava, Giuseppe Flace, Maria Luisa Gasser, Francesco Ghezzi, Flaminia Maradini, Davide Pellecchia, Paola Prandini, Lucia Sozzi
Regia: Silvia Zacchini

DOMENICA 7 MAGGIO
ORE 21
TEATRO SAN MATTEO