Hotel Stravaganza in replica!

Hotel Stravaganza
(liberamente tratto da “Il Medico Dei Pazzi” di E.Scarpetta)

Schermata 2017-10-27 alle 11.46.57Gli attori del laboratorio teatrale del Cantiere Simone Weil, Il Mestiere dell’Attore, condotto da Silvia Zacchini, mettono in scena una commedia ispirata a uno dei testi più significativi della tradizione farsesca italiana: Hotel Stravaganza infatti affronta con ironia, intelligenza e grande divertimento vizi, debolezze e malcostumi nazionali, in cui niente è come appare e in cui tutti cercano, nell’arte di arrangiarsi, una propria ricetta per sopravvivere.
Un giovane spendaccione e nullafacente sperpera senza ritegno le fortune delle zie, che credono di finanziarne gli studi di medicina; la situazione si complica quando le due donne decidono di andare a trovare l’adorato nipote per controllare come stia il loro “investimento”, trovandosi invece coinvolte in un turbinìo di situazioni bizzarre ed esilaranti animate da personaggi eccentrici e molto poco ordinari.

Con: Massimo Bussandri, Cecilia Fava, Giuseppe Flace, Maria Luisa Gasser, Francesco Ghezzi, Flaminia Maradini, Davide Pellecchia, Paola Prandini, Lucia Sozzi
Regia: Silvia Zacchini

DOMENICA 5 NOVEMBRE
ORE 21
TEATRO SAN MATTEO, vicolo San Matteo 9, Piacenza

Per info e prenotazioni: info@kabukista.it (consigliata la prenotazione!)

Annunci

Espirare bene, che gioia!

22528277_1567494383332846_5121772208285371575_n

DAL CORPO ALLA VOCE
Ieri   sera, dopo esserci scaldati con esercizi di segmentazione corporea, abbiamo affrontato un allenamento mirato sull’articolazione sollecitando fortemente i muscoli facciali e della lingua, migliorando così la consapevolezza delle loro enormi potenzialità. Ci siamo poi soffermati sul rafforzamento della muscolatura respiratoria concentrandoci sull’espirazione, troppo spesso poco considerata ma fondamentale per un’emissione vocale corretta e consapevole.
Ringrazio tutti i partecipanti che affrontano, ogni volta con energia contagiosa, il duro lavoro.
Tanti gli esercizi fatti, tra i quali il mio preferito è
Espirare bene, che gioia!”:
In piedi, gambe leggermente divaricate, piante dei piedi ben appoggiate al suolo, ginocchia leggermente piegate in modo da avere un baricentro più basso e quindi una maggiore stabilità.
Le braccia sono molli, completamente prive di controllo.
Inspiro, ed espirando uso il torso come motore di un movimento di rotazione continuo da destra a sinistra e da sinistra a destra sul proprio asse verticale. Le braccia si muovono incontrollate. Il motore, alimentato dall’espirazione, continuerà a far muovere le braccia per fermarsi una volta finito il fiato.
A quel punto dire ad alta voce il proprio nome per poi buttare fuori l’aria rimanente (se ne è rimasta ancora).
Obbiettivi :
1. riuscire ad avere il controllo sull’emissione di aria con la difficoltà della gestione del movimento del torso 2. usare le riserve che i nostri polmoni mantengono come scorta 3. depurare i polmoni rinnovando tutta l’aria presente.
Possibili errori :
1.non controllare la fuoriuscita d’aria in modo corretto 2. problemi di dissociazione movimento/espirazione 3. inspirare involontariamente dal naso per compensare l’assenza di aria 4. trattenersi dall’espirare a fondo.  (Francesco)

Resta sempre aggiornato sulle novità visitando il nostro sito kabukista.it

Il corpo poetico 1

600_454835601

Ieri sera durante la lezione del Mestiere dell’Attore del martedì al Cantiere Simone Weil abbiamo esplorato il rapporto tra parola e movimento, il legame profondo tra ciò che dico con la mia voce e ciò che dico con il mio corpo; ci siamo chiesti da dove nasca fisicamente il mio testo, in che luogo del mio corpo alcune parole colpiscono; e come lo esprimo?
Che differenza c’è quando nel dire il testo impegno le mie risorse emotive e fisiche rispetto a quando cerco solo un’interpretazione vocale?
Non posso fare altro che ringraziare tutti per la grande concentrazione, generosità e impegno con cui hanno lavorato: le composizioni finali sono state di una intensa e struggente poetica. (Silvia)

LA VOCE ESPRESSIVA

Seminario di espressività vocale

0699868f101e80ded91a93c857e3590b
Sabato 21 Ottobre, dalle 14 alle 18 e
Domenica 22 Ottobre, dalle 10.30 alle 18 (con pausa pranzo)
Serra di Palazzo Ghizzoni Nasalli, Piacenza
Prenotazioni: info@kabukista.it
Seminario di espressività vocale aperto anche a chi non abbia precedenti esperienze, e rivolto a cantanti, attori, e a tutti coloro a cui serva usare con espressività e naturalezza la voce; il seminario ha l’obiettivo di lavorare in maniera intensiva sulla comunicatività e l’intensità della propria interpretazione vocale.
La voce è uno strumento vivo, sensibile, dalle innumerevoli e ricchissime sfaccettature.
Usare con consapevolezza i propri spazi di energia e risonanza, saper sfruttare la qualità dell’emozione, servirsi delle innumerevoli e naturali sfumature emotive a disposizione e usare le proprie risorse interne, superando i tecnicismi, sono alcune delle finalità del seminario.
Il seminario è a numero chiuso, la prenotazione è obbligatoria.
A cura di Francesco Ghezzi Alcova in collaborazione con Cantiere Simone Weil Piacenza
http://www.kabukista.it

CORSI TEATRO E VOCE – PIACENZA

Esauriti i posti del martedì, ancora pochi posti per Il Mestiere dell’Attore di lunedì sera e per Dal Corpo alla Voce di mercoledì!
Prenota la tua prova gratuita a info@kabukista.it (PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA)Il Mestiere dell’Attore, lunedì 9 Ottobre, 20.15-22.45, Serra di Palazzo Ghizzoni Nasalli 
Dal Corpo alla Voce, mercoledì 11 Ottobre, 20-22.30, Via Macellari 39 (Baia del Re)
Tutte le info su www.kabukista.it

The Lir